Scegliere, roba da supereroi

Tutti noi ci immaginiamo artefici del nostro destino… capaci di determinare il corso delle nostre vite… ma siamo davvero noi a decidere la nostra ascesa e la nostra caduta?! O c’è una forza più grande di noi che stabilisce la nostra direzione?! È l’emozione che ci prende per mano?! È la scienza ad indicarci il cammino?! È Dio che interviene per trarci in salvo?! Con suo disappunto non poter scegliere il proprio percorso è la triste condizione dell’uomo… gli è solo dato assumere un atteggiamento quando il destino chiamerà… sperando che non gli manchi il coraggio di rispondere.” (Heroes)

Jean-Paul Sartre ha scritto che “La cosa essenziale nella vita è scegliere. Se ti tolgono la possibilità di farlo è come se ti togliessero la libertà.

Siamo liberi finchè abbiamo la possibilità di scegliere. La vita alla fine è un susseguirsi di scelte. Scelte di ogni sorta e importanza, giuste o sbagliate, non importa, perchè alla fine, in qualche modo, la vita aprirà sempre nuovi scenari e nuove strade. Di sicuro, anche se non scegliamo, la vita non resta certo ad aspettarci. Se stiamo fermi, se non abbiamo il coraggio di scegliere, ci scorrerà accanto e andrà avanti senza di noi.

Certi giorni, mi piace credere che tutte queste scelte siano già state compiute, nel momento stesso in cui veniamo al mondo. Mi piace credere che, se questo fosse vero, noi siamo esattamente nel luogo e nel tempo in cui dovremmo essere. Perchè era già scritto che le cose sarebbero dovute andare così. Non è rassegnazione al destino (tipica dei siciliani), ma mi piace credere che era scritto che la sequenza di scelte sarebbe stata esattamente quella che mi ha portato qui oggi. Anche se fossi rinato mille volte, per sempre sarei arrivato allo stesso punto, di fronte le stesse persone, con le stesse condizioni, con le stesse emozioni.

Se da una parte mi piace credere così, so anche che ogni volta che scegliamo, qualunque direzione prendiamo, cambiamo qualcosa e tutto ciò ci porta ad una nuova scelta. Alcune di queste scelte possono cambiare tutto, ogni dannato istante della nostra vita potrebbe dipendere da esse. Un si o un no potrebbe cambiare il corso della nostra esistenza o quella delle persone che ci stanno a fianco.
Spesso ne abbiamo la perfetta percezione, e ciò rende la scelta ancora più complessa.

Io sento che, in questa fase della vita, ho una di queste scelte da fare. Sento che alcune persone attorno a me sono esattamente nella stessa condizione. Ci vorrà coraggio e sarà importante ricordare. So che alla fine, tutto ciò che mi rimarrà saranno i ricordi, e giuro che proverò a ricordare tutto.

Hemingway, in Addio alle armi, ha scritto “Se la gente porta tanto coraggio in questo mondo, il mondo deve ucciderla per spezzarla, così naturalmente la uccide. Il mondo spezza tutti quanti e poi molti sono forti nei punti spezzati. Ma quelli che non spezza li uccide. Uccide imparzialmente i molti buoni e i molti gentili e i molti coraggiosi. Se non siete fra questi potete esser certi che ucciderà anche voi, ma non avrà una particolare premura.

Forse alcune di queste scelte mi spezzeranno, ma sono convinto che non ci sia vergogna ad essere un uomo spezzato, perchè alla fine devi solo raccogliere i pezzi e ricominciare a costruire. E’ impossibile sottrarsi al dolore della scelta, perchè inevitabilmente rinunci a ciò che non hai scelto. E’ proprio impossibile anche se ci sembra in certi momenti di non provarne o vogliamo dimostrare agli altri che siamo “duri”.

Se è vero quindi che domani sarò ciò che oggi ho scelto di essere (parola di James Joyce), spero di avere sempre a fianco persone capaci di scegliere con coraggio, insomma supereroi dei nostri giorni.

PS: Questo post è dedicato ad un supereroe che forse dovrà fare una delle scelte più difficili della sua vita.

Please follow and like us:
0

I post recenti

L’archivio

Written by:

Essere imprenditore significa lavorare tanto, pensare sempre alla tua azienda, vivere con la tua creatura in testa giorno e notte. Il mio lavoro e, quindi, questo blog contengono la sintesi e la metafora di una vita vissuta alla ricerca di qualcosa capace di soddisfare la mia curiosità e il mio desiderio di mettermi alla prova senza limiti o preconcetti.