Se potessi avere 3000 Euro…

Oggi non voglio parlare solo di Sicilia, che poi mi considerate terrone e provinciale. Oggi lezione di economia… “vastasa”.

Mizzica, finalmente! Devo dire che per il Sud, per le aziende, per le start-up e l’ecosistema dell’innovazione, l’innalzamento del tetto a tremila euro per gli scambi in contanti è un problema fondamentale. Se ne è parlato nei convegni ai massimi livelli, si cercavano soluzioni per farlo sapere al Governo, incubatori del Sud in fermento, barricate di lego stampati 3D, gente con bracci robotizzati a protestare, insomma un casino! La vera rivoluzione dell’innovazione.

Matri mia, finalmente il nostro Governo, con la Legge di Stabilità, ha deciso di dare un segnale forte al territorio, soprattutto al Sud. Chisti su cosi chi pampine!

L’altra sera mi chiedevo quanto questo provvedimento innovativo per tutta l’Europa possa cambiare le sorti di tutti noi. La domanda chiave era come la mia azienda potesse beneficiare di cotanta manna dal cielo. Per cui, ho deciso di organizzare una riunione con tutti i soci e i consulenti (un provvedimento del genere andava esaminato da tutte le prospettive). Durante la riunione l’entusiasmo era alle stelle: commercialisti, avvocati, soci stappavano bottiglie di prosecco… insomma fistazza. In fin dei conti, è un provvedimento che piace a tutti (tranne quando abbiamo qualche rigurgito di legalità, che rapidamente svanisce perchè alla fine quasi tutti ne beneficiamo).

Ma vogliamo mettere la bellezza di poter pagare in nero, di avere ben 3.000 Euro da ricevere o distribuire senza dover rendere conto a nessuno?

Certamente ai nostri fantastici governanti non è sfuggito che se un’azienda fattura fino all’ultimo centesimo (magari perchè lavora con l’estero o con i grossi clienti o semplicemente con clienti onesti) non può fare nero.

Quindi, a chi giova effettivamente il fatto che le banconote lascino meno tracce di una carta di credito? “Picciotti, a noi mi sa di no, ‘nni futtieru” ho detto…. gelo alla fistazza. La commercialista che ballava sui tavoli della sala sviluppo è caduta, la consulente del lavoro che si accingeva ad avviare l’immancabile trenino è rimasta con la trombetta e il cappellino in mano come impietrita, il nostro socio anziano (dopo di me, ovviamente) ha avuto una fibrillazione atriale…. insomma finiu ‘a fistazza.

Io, “ca sugnu malupinzanti”, ho iniziato a credere che il provvedimento non sia affatto diretto alle aziende sane, no, no.

Ma abbiamo una stima di quanto denaro potrà di fondo sfuggire alla tracciabilità che permette la moneta elettronica (per inciso, in Inghilterra paghi anche il caffè con la carta, in Danimarca non ho prelevato una sola corona danese)?

Agevolare le aziende che evadono a scapito delle aziende tartassate crea un effetto che è esattamente contrario a ciò di cui ha fondamentale bisogno un ecosistema innovativo, ossia competizione e concorrenza leale.

Addirittura, chi ssi esagerato!” direte, ma facciamo un bell’esempio: se io fatturo e incasso in modo trasparente, a meno di fatture di costo false, dovrò pagare regolarmente i miei fornitori e dipendenti con bonifico bancario… Non incasso in nero e non posso pagare in nero (o se lo faccio mi espongo progressivamente a problemi di natura contabile, compromettendo la veridicità del bilancio).

Se il mio concorrente incassa in nero o regolarmente, ma avvalendosi di false fatturazioni, allora potrà usare questo “regalo” per pagare ad es. dei dipendenti in nero, evadendo in tutto o in parte i contributi.

Tenuto conto che pagare un dipendente 1,000 Euro netti comporta una spesa per l’azienda di circa 1,800 Euro mese (almeno per la mia), il mio concorrente potrà tranquillamente fare prezzi minori, evadendo e rendendo tante grazie al governo.

Il giorno in cui le offerte mie e del mio concorrente saranno sul tavolo dello stesso cliente, ci saranno molte più probabilità che l’amico “in black” vinca, perchè più vantaggioso sul profilo economico. Così io ridurrò il fatturato, smetterò di investire in innovazione e sulla formazione delle persone.

Si è promossa così la crescita delle aziende innovative? Si stimola la competizione? O si continua ad alimentare il malaffare che affossa sempre di più la nostra Nazione e ancora di più il nostro Sud?

Caro Premier Renzi, mi spieghi dove sbaglio? Mi spieghi perchè non hai semplificato la legge dicendo soltanto che tutte le transazioni debbano essere elettroniche e che il limite massimo in contante non può superare i 500 Euro? Magari facendo un’azione di forza su banche e carte di credito per ridurre le commissioni e invogliare tutti ad avere un POS?

Amunì, caro Premier Renzi, perchè non facciamo un giro insieme per il mondo e vediamo come si combatte l’evasione con poche, davvero poche azioni?

Per una mano, ci hai rovinato la fistazza e questo non te lo perdoneremo mai!

Please follow and like us:
0

I post recenti

L’archivio

Written by:

Essere imprenditore significa lavorare tanto, pensare sempre alla tua azienda, vivere con la tua creatura in testa giorno e notte. Il mio lavoro e, quindi, questo blog contengono la sintesi e la metafora di una vita vissuta alla ricerca di qualcosa capace di soddisfare la mia curiosità e il mio desiderio di mettermi alla prova senza limiti o preconcetti.